Trattamento naturale con PCOS

Conosciamo come PCOS la Sindrome dell’Ovaio Policistico, le donne che presentano questa sindrome hanno delle cisti nell’ovaia e non sono quindi in grado di espellere gli ovuli dall’interno dei follicoli ovarici al momento dell’ovulazione. Questa alterazione, accompagnata inoltre da squilibri ormonali come elevati valori androgeni, producendo alterazioni nel ciclo mestruale, rende le ovulazioni, nel migliore dei casi, più complicate, più complicate e, nei peggiori pronostici, la donna non è in grado di ovulare.

Gli ormoni androgeni vengono tradizionalmente relazionati con gli ormoni maschili, ma, anche se sono quelli che conferiscono le caratteristiche proprie del genere maschile, è certo che sono necessari anche nelle donne e giocano un ruolo importante nella loro fertilità.

Tuttavia, le donne che presentano PCOS hanno livelli ormonali di androgeni superiori, che comporta problemi di fertilità; se una donna con questa sindrome desidera avere un figlio è consigliabile che si rivolga ad uno specialista in riproduzione assistita per stabilizzare i livelli ormonali atravverso la somministrazione di medicinali, in modo che si realizzi una iperstimolazione ovarica controllata e si realizzi l’ovulazione dopo aver iniettato un farmaco a base di ormone HGC.

Il controllo delle cisti nell’ovaia è molto semplice, avviene attraverso un’ecografia vaginale delle ovaie, dove si osservano i follicoli interi (una volta rilasciato l’ovulo, i follicoli cambiano forma e vengono denominati corpi lutei). QUesti follicoli devono essere grandi, con un diametro di almeno 10 millimetri. È solito nelle donne che qualche follicolo non rialsci l’ovulo nel ciclo mestruale, ma questo non si deve confondere con le ovaie policistiche, basta che si contino almeno 8 follicoli grandi che abbiano rilasciato l’ovocito.

Esistono semplici rimedi che possono offrire miglioramenti significativi alla sindrome dell’ovaio policistico, tanto l’esercizio come una dieta salutare sono elementi fondamentali per aggiustare i livelli ormonali. Dipende tutto dall’asse ipotalamo-ipofisi; da una zona del cervello (ipotalamo) si inviano segnali all’ipofisi o ghindola pituitaria che è quella incaricata di produrre gli ormoni che regolano il ciclo mestruale nelle donne. La perdita di peso e i rimedi naturali possono essere di beneficio in alcuni casi di PCOS, dato che le ovaie potrebbero ricevere correttamente i segnali per regolare il ciclo e poter produrre l’ovulazione.

Rimendi per ovaie policistiche

Alcuni rimedi tradizionali somministrati in forma di infusi possono offrire un gran beneficio per il sistema riproduttore femminile, alcune piante sono ricche di componenti che intervengono in alcune fasi del ciclo mestruale. A seguire vegono descritte erbe aromatiche, raccomandate per la sindrome dell’ovaio policistico:

  • Serenoa: anche denominata palmetta della Florida o sabal, è una pianta originaria del Nord America. È consigliata per diminuire i livelli di androgeni, che in una donna con PCOS sono solitamente elevati.
  • Vitex: conosciuta anche come agnocasto, questa specie è tipica delle zone mediterranee. Si utilizza nelle donne che presentano cicli mestruali irregolari, il vitex agisce come un regolatore del ciclo ovarico.
  • Cimifuga: quest’erba è utile per ridurre i livelli di ormone luteinizzante (LH), che nei casi di PCOS sono soliti essere elevati.

La maggior parte di questi trattamenti naturali con piante, si utilizzano sotto forma di infuso, ma negli ultimi anni sono comparsi nel mercato diversi supplementi vitaminici che sono ricchi in alcune di queste erbe.

Cookies allow us to show customized advertising and collect statistical data. By continuing to use our website, you are agreeing to our cookies policy.